Benvenuti!

Benvenuti!

Questo blog, curato dai docenti e dagli studenti del nostro istituto, raccoglie tutte le nostre idee, progetti e riflessioni intorno alla sostenibilità ambientale.

Siete tutti invitati a partecipare.
Se volete iniziare a scrivere, dovete avere un indirizzo di posta gmail.
Inviate dunque una mail al prof. Alessandro Vallin (alessandro.vallin@gmail.com), che vi inviterà a diventare autori.

Buona lettura.

21/02/18

M'illumino di meno

Quest'anno Caterpillar e Rai Radio2 dedicano "M'illumino di meno" alla bellezza del camminare e dell'andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi c'è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo.

Entro il 23 febbraio 2018, giorno di "M'illumino di meno" quattordicesima edizione, vogliamo simbolicamente raggiungere la Luna a piedi e sono 555 milioni di passi: abbiamo dunque bisogno del contributo di tutti. Camminate con noi per il risparmio energetico.
Dal 2005, ogni anno, una trasmissione di Radio2, Caterpillar, chiede ai suoi ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono proprio indispensabili alle 18 di un pomeriggio di febbraio. Quest'anno sarà venerdì 23. Festeggiamo il compleanno del Protocollo di Kyoto, il tentativo dell'umanità di salvare la Terra dalla distruzione indotta dai cambiamenti climatici.
Un'iniziativa simbolica e concreta - spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell'umanità - che è diventata subito molto partecipata: si spengono sempre le piazze italiane, i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l'Arena di Verona -, i palazzi simbolo dell'Italia – Quirinale, Senato e Camera – e tante case dei cittadini. Si sono spenti la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell'inquinamento luminoso.

Dall'inizio di "M'illumino di meno", in 14 anni, il mondo è cambiato. L'efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. Tanti italiani hanno sul tetto di casa i pannelli fotovoltaici e tutti i governi del mondo hanno fatto altri accordi, a Parigi nel 2015, per ridurre i danni dei cambiamenti climatici. Tutti meno uno.

"M'illumino di meno" è diventata anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta. C'è mancato poco che diventasse legge dello Stato: due proposte, alla Camera e al Senato, hanno chiesto l'istituzione della Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili.
L'invito per il 23 febbraio 2018 è spegnere le luci e andare a piedi: una marcia, una processione, una ciaspolata, una staffetta, una maratona o una mezza maratona, un ballo in piazza o un pezzo di strada dietro alla banda musicale del paese.
Per le scuole il pedibus – andare tutti insieme a piedi – per chi va in auto fare un pezzo a piedi.

Il decalogo per il risparmio energetico e per uno stile di vita sostenibile
  1. spegnere le luci quando non servono.
  2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici.
  3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria.
  4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
  5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.
  6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria.
  7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne.
  8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.
  9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.
  10. utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.

INIZIATIVA DELL’ ITET FONTANA

Anche quest’anno l’ITET Fontana di Rovereto aderisce all’iniziativa promossa dalla trasmissione Caterpillar su RAI Radio 2 dedicato alla bellezza del camminare  e dell’andare a piedi. Per questo sarà organizzato un itinerario a piedi all’interno della scuola.
Si proporrà, inoltre,  lo spegnimento delle luci superflue, di venire a scuola possibilmente a piedi o in bicicletta e di vestirsi con almeno un indumento di colore giallo (simbolicamente il colore dell’energia).

Programma per giovedì 22/2/2018

Ore 9,00-9,30
Suono della campanella e spegnimento di tutte le luci di scuola non indispensabili per la sicurezza. I collaboratori scolastici spegneranno le luci dei corridoi, il personale di segreteria negli uffici e biblioteca, gli studenti nelle rispettive classi, i prof. ed i tecnici nell’aula docenti e nei vari laboratori e palestre.
Dalla palestra partenza del “millepiedi ambientale” (500 studenti!) che inviterà studenti, docenti e non docenti a salire per le scale del lato est, transitare lungo i primi due piani della scuola e scendere dal lato ovest per tornare in palestra.
Il percorso sarà anche indicato da “piedoni indicatori” affissi alle pareti dove saranno anche esposti i poster con i dieci punti del decalogo sul risparmio energetico.
Avremo così contribuito all’obiettivo della iniziativa di percorrere una parte dei 555 milioni di passi che separano il pianeta Terra dalla Luna (circa 300 passi per 600 partecipanti = 180.000 passi!)

Venerdì 23/2/2018

Ore 20-20,20: analogo percorso per gli studenti del corso serale alla luce dei soli telefonini.

15/02/18

pollution app

I think a good app for the environment might be a program which calculates how much you pollute.
With this app you could type in how many times you have used your car and the how many kilometer you have driven in a month, and the app will calculate how much you have polluted, and it will advise what you should do, like using more public transport or going on foot/by bike, which helps you and the Earth.
This app can be also used by the students who usually ride a motorbike.

14/02/18

My app: "EuropeAir"

hi,
The pollution of the air is an important problem, this app Its main objective is to provide updated information on air quality, incorporating also the option of consulting the data based on the geographic location of the citizen. In this way, the user does not need to browse the websites of the different administrations looking for this type of data.
The application has 3 main sections:
  • Favorites, represented in the horizontal menu by a star. In this tab you can save the air quality stations that interest you the most.
  • Map, section represented by a triptych. From here you can access to an air quality map with the different measuring stations for air pollution, symbolized by a point. Its colour is defined by one of the 5 categories adopted to represent the emission limits set by Directive 2008/50/EC (very good, good, moderate, bad and very bad). In addition, by clicking on the station information, you access a screen with detailed values of 4 main pollutants: ozone, nitrogen dioxide, PM10 and PM2.5. This section also gives you the option to filter the data, being able to search by station type or pollutant.
  • Help, section represented by three points. In this sheet it is possible to consult the relative aspects, for example, to the data, to the effects of atmospheric pollution, etc.
EuropeAir, an air quality app to inform you about air pollution

13/02/18

Environmental Education

Environmental education is very important today, because world population is growing more and more and pollution is increasing.
We need to improve environmental education, and we must not do it only in schools but also raise awareness among adults. We also must find solutions to reduce pollution, find fuels that are less polluting and cheaper than oil, and the more advice you get, the more you can think of a greener future.

An app which can helps is "Raccolta rifiuti". This app actually exists, it was developed in Italy by Bencyo. The goal of this app is to give advise when you are in doubt about a garbage. Throught this app, you can easily because it is divided into categories of waste
Link of download: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.bencyo.rifiuti

Energy Tracker

Energy Tracker:

Energy Tracker
This application keeps track of your energy consumption. You can upload your gas, electricity or water meters to the database and record the current meter readings from time to time.
From the data you enter, the application calculates the average rate of consumption per hour, day, week, or month and draws a graph showing the consumption rate over time.

My app: "trash list"

This app might be the easiest way to check all the types of waste you produce and where you have to put them.
It consists of an application where thousands of materials and devices are named, with the corresponding bin where you should throw them.
This app is available on all the operating systems (including android, Ios) and it will help all the people who don't know where they have to throw their waste.
You can easily type in the name of your waste and the application will show you the right bin.
Simone

Visibility


Visibility is a free application that lets you know the rate of air pollution by simply taking a picture. Information on air quality can be obtained from a photograph of the sky in the area where we are located. Analyzing the data starting from the photo, the Visibility application sends the image captured by the camera of the phone to a computer that analyzes the image and other data sent from the phone: geographical position, time of day, etc... Analyzing the image received, the computer is able to determine the level of air pollution. From the picture, you can then receive a message that shows the levels of air pollution and also any warnings.